Quando abbiamo annunciato di voler aprire un tour operator con questo nome sono rimasti tutti estasiati! Poi hanno provato a pronunciarlo e l’estasi ha trovato qualche intoppo nel manifestarsi nuovamente. Questo, come potete ben vedere, non ci ha spaventate affatto.

Tre parole, per tre persone, tre donne, tre vite, tre peculiarità molto diverse e tre abilità che si incastrano in una danza aggraziata e coinvolgente.

Tourism: ovviamente si riferisce alla parte più pratica del progetto, una società che si vuole occupare di turismo, di viaggi, di scoperte. Crediamo fortemente che questa sia la strada per far sbocciare lo splendido fiore che è il nostro paese, la nostra regione, la Bella Italia. Abbiamo tutte da sempre la passione per i viaggi e un inguaribile attaccamento al nostro territorio dunque ci siamo messe a capofitto per un anno intero a pensare, creare e studiare un progetto che realizzasse un sogno.

Design: per non essere solo uno dei tanti canali di offerta turistica che ci sono oggi, volevamo tradurre l’idea di servizio al cliente. Conoscere così bene questo territorio ci dà la possibilità di includere nelle offerte una serie di servizi reali che la Valdichiana ha da offrire e che non siano soltanto i classici tour o visite che si possono fare dalla Franciacorta alla Sicilia ma qualcosa che possa differenziare il nostro paese evidenziandone l’esclusività.

Atelier: de gustibus non disputandum est e allora perché proporre un itinerario standard quando abbiamo l’occasione e le capacità per cucire addosso a ognuno di voi il viaggio che più gli si confà? Da qui l’idea della sartoria, di un laboratorio che ha a disposizione moltissimi elementi e che può assemblarli a seconda dei gusti personali. Vogliamo realizzare il viaggio partendo dai desideri e regalare così un frammento di felicità.

Niente di alieno ma neanche banale, una PROGETTAZIONE TURISTICA CREATIVA per dare valore alle persone, per regalare un viaggio autentico, personalizzato e in connessione con il territorio.

TDA: la Toscana vista con gli occhi di chi la abita da sempre. Proviamo?